E’ di nuovo paura a Londra: altri attacchi terroristici

Sabato sera a Londra altri nuovi attacchi terroristici hanno seminato il panico in tutta la città. Il tutto ha avuto inizio sul London Bridge, dove un furgone ha investito diversi passanti.
Altri civili sono stati poi pugnalati al Borough Market. I tre responsabili dell’attacco sembra che siano stati identificati dalla polizia.
Ma quali sono state le dinamiche di questi due terribili episodi?

Secondo la ricostruzione dei fatti, il tutto è avvenuto nel giro di pochi minuti dal London Bridge al Borough Market, due posti altamente popolati da turisti, in particolar modo il sabato sera.
Il tutto è iniziato con un furgoncino che ad una velocità di circa 80 km orari ha investito diversi pedoni. Il conducente è poi uscito dal veicolo urlando “questo è Per Allah “, ed ha accoltellato alcune persone per strada, in un pub e in un ristorante del Borough Market. L’attacco è terminato solo quando i tre terroristi sono stati colpiti dalla polizia che ha sparato oltre 50 colpi.

Qual è il bilancio di questi nuovi attacchi?
Momentaneamente si parla di sette vittime. Ci sono quasi 50 feriti ed alcuni di essi sono in condizioni gravi. Tra i feriti è anche coinvolto un passante colpito per sbaglio da uno dei proiettili degli agenti.

Dopo circa 24 ore dall’accaduto, l’agenzia Amaq, (organo di comunicazione rappresentativo dell’Isis), ha dichiarato che l’attacco a Londra è avvenuto per opera loro. La premier britannica Theresa May ha dichiarato: “Gli attacchi non sono collegati ma siamo di fronte a un nuovo trend: il terrorismo chiama il terrorismo e gli assalitori vengono ispirati da altri assalitori“, aggiungendo “Enough is enough” (“quando è troppo è troppo”).

Il presidente americano Donald Trump si dichiara solidale enfatizzando la sua “determinazione a proteggere gli Stati Uniti e i suoi alleati da un nemico codardo che ha dichiarato guerra alla vita innocente”. Egli ha inoltre aggiunto: “Dobbiamo smettere di essere politicamente corretti e occuparci della sicurezza per la nostra gente. Se non ci facciamo furbi la situazione potrà solo peggiorare”.

Secondo molte voci, le ragioni di questi attentati potrebbero anche essere collegati alla situazione politica in Gran Bretagna, dettata dalle Brexit e dalle elezioni: Tories e Labour hanno sospeso la campagna elettorale temporaneamente. Il sindaco della città di Londra Sadiq Khan afferma:  “I terroristi hanno in odio la nostra democrazia. Giovedì dobbiamo andare a votare per difendere la civiltà, i diritti umani e la democrazia”.

Non ci resta che attendere i prossimi aggiornamenti.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *