Sostanze attive e lista dei fornitori ufficiali. Cosa c’è da sapere nel campo dei biocidi

 Biocidi: definizione

Prima di parlare delle sostanze attive e dei fornitori, dobbiamo innanzitutto definire i cosiddetti Biocidi.

E’ l’art. 3 del Regolamento (UE) n. 528/2012 del Parlamento Europeo e del Consiglio che fornisce la definizione tecnica di biocida:
“>>qualsiasi sostanza o miscela nella forma in cui è fornita all’utilizzatore, costituita da, contenenti o capaci di generare uno o più principi attivi, allo scopo di distruggere, eliminare e rendere innocuo, impedire l’azione o esercitare altro effetto di controllo su qualsiasi organismo nocivo, con qualsiasi mezzo diverso dalla mera azione fisica o meccanica,

>>qualsiasi sostanza o miscela, generata da sostanze o miscele che non rientrano in quanto tali nel primo trattino, utilizzata con l’intento di distruggere, eliminare, rendere innocuo, impedire l’azione o esercitare altro effetto di controllo su qualsiasi organismo nocivo, con qualsiasi mezzo diverso dalla mera azione fisica o meccanica”.

Sostanze attive: cosa sono

Le sostanze attive sono sostanze che agiscono su o contro organismi nocivi.

Il Regolamento Biocidi (BPR) suddivide le sostanze attive in:

  • Esistenti: se già presenti sul mercato alla data del 14 maggio 2000 come principi attivi di un biocida
  • Nuove: se non presenti sul mercato alla data del 14 maggio 2000 come principi attivi di un biocida.

Le sostanze attive approvate

E’ possibile conoscere l’elenco (costantemente aggiornato) delle sostanze attive approvate  sul sito web della Commissione europea e dell’ECHA.

Le autorizzazioni e i fornitori ufficiali

Prima di immettere un biocida sul mercato di uno o più paesi membri dell’Unione Europea, il produttore deve verificare se deve essere autorizzato, in base alla sostanza attiva contenuta in esso.

L’autorizzazione è rilasciata da uno Stato membro, può essere riconosciuta da altri stati membri (mutuo riconoscimento) o essere richiesta a livello europeo.

Sono ammessi solo i principi attivi i cui fornitori risultano elencati nella lista dei fornitori riconosciuti (active suppliers).

Perché è fortemente consigliato di affidarsi a un’azienda di consulenza normativa

Per un produttore di biocidi, disbrigarsi tra i vari adempimenti previsti dalla legge (nazionale ed europea) è praticamente impossibile senza la consulenza di un team di esperti con esperienza pluriennale e costantemente aggiornati.

La Chemicals Consulting: i servizi

Fortunatamente esistono apposite aziende di consulenza normativa come la Chemicals Consulting. E’ sufficiente leggere i clienti prestigiosi che si sono affidati alla sua consulenza o le loro recensioni positive per capire che ci si trova di fronte a un’eccellenza del settore.

Si tratta infatti di un’azienda che oltre ad operare nel settore da diversi anni, fornisce una consulenza mirata, continua e costantemente aggiornata. Come è noto infatti, le normative e molte altre variabili, mutano nel tempo.

Il servizio a tutto tondo della Chemicals Consulting  permette di immettere sul mercato un prodotto conforme alle normative vigenti e rispettoso della tutela dei consumatori oltre che dell’ambiente.

Per quanto riguarda in particolare i biocidi i servizi offerti dalla Chemicals Consulting sono:

  • la valutazione degli obblighi
  • preparazione del  dossier da presentare per l’autorizzazione di prodotti biocidi alle autorità competenti
  • assistenza nel predisporre  l’etichettatura e la comunicazione lungo la catena d’approvvigionamento
  • corso di formazione che spiega quali sono i principi fondamentali e le caratteristiche principali dell’attuale legislazione biocida in Europa.

Per tutte le informazioni al riguardo si può visitare il sito: www.chemicalsconsulting.eu/biocidi

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *